Home > Consigli > Bancone bar: guida, progettazione e allestimento

Bancone bar: guida, progettazione e allestimento

10 Novembre 2020 Postato da: Antobar Professional Consigli
Bancone bar: guida progettazione e allestimento

Essere alle prese con la progettazione e arredo del bar può tramutarsi in un’impresa ardua: doverti focalizzare sugli aspetti più importanti non sempre risulta così evidente, soprattutto se hai molte idee in testa.

Creati sulla base di diversi stili, i locali possono differire tra di loro sulla base di molte caratteristiche ma, in fin dei conti, condividono tutti un elemento fondamentale ossia il bancone attorno al quale si svolge tutta l’attività primaria e non solo. Materiali, idee creative e tutto ciò che salta subito all’occhio rappresentano elementi cruciali a cui non puoi non pensare durante la fase di progettazione o, viceversa, potresti finire con avere dei problemi a posteriori.

Quando si parla di banconi e di bar, infatti, è solito incappare in molteplici errori ma prestando un po’ d’attenzione ogni pericolo potrà essere evitato in maniera rapida e abbastanza semplice.

Banconi bar: su cosa ti devi focalizzare per progettarne uno funzionale

Valorizzare il proprio bar è il passo fondamentale che ogni imprenditore deve perseguire. Innovare l’ambiente utilizzando la creatività non potrà che giovare all’attività rendendola unica agli occhi dei consumatori e consentendole di attirare sempre più clientela. Dedicare rilievo alla progettazione del bancone, pertanto, non è una cosa da poco: utilizzare la propria fantasia e il proprio estro per dare vita ad luogo vitale al di fuori del comune può garantire la chiave per il successo.

Al fine di ottenere un buon risultato, tuttavia, non c’è bisogno d’immedesimarsi come designer o architetto, nel caso in cui tu non possegga le skills, ad esempio, potrai rivolgerti a un’azienda specializzata.

Nonostante finora possa esser apparso che la progettazione sia solo un gioco di inventiva, in realtà è molto lontana da questa. Anche affidandoti ad un’agenzia specializzata, infatti sarà per te comodo tenere a mente le funzioni a cui ogni bancone deve rispondere così da non accettare lavori inadatti. Quali e quante sono queste funzionalità? Esse sono quattro e si scompongono in:

la seduzione del cliente in quanto ogni banco deve esser capace di trasmettere al cliente delle vibrazioni positive; ogni individuo che entrerà a contatto con esso ne dovrà rimanere persuaso così da poter scatenare in lui la voglia di ritornare per averne sempre di più;

l’essere funzionale visto che un bancone non è solo un piano d’appoggio così come non è solo un pezzo decorativo; esso dovrà essere adatto anche per chi si trova al di dietro visto che rappresenta altresì un luogo di lavoro;

garantire la protezione e il mantenimento dei prodotti o dei servizi;

– rappresentare un luogo in cui stabilire un’intesa con i clienti; per i consumatori dovrà essere funzionale così da garantire loro di poter godere del massimo del comfort durante la fruizione dei prodotti o dei servizi.

Bancone, al via con l’allestimento: gli elementi indispensabili

Appurato che il bancone altro non è che il cuore del tuo bar, assicurarti che nel suo allestimento siano compresi sempre gli elementi indispensabili è la seconda mossa che dovrai attuare. Come ogni settore, anche questo vanta delle regole di base e delle quali nessuno può fare a meno.

Trattandosi del teatro dove tutta la tua attività si concentrerà, il banco richiede la presenza costante di alcuni elementi, tra i più ovvi le bustine di zucchero che dovranno essere di diverse tipologie così da poter esaudire le richieste di tutti i tuoi clienti. Sempre nel rispetto dei propri consumatori, l’ideale è che tu possa garantire altresì diverse tipologie di latte in modo da garantire ogni tipo di bevanda anche a chi ha intolleranze o gusti diversi dalla tradizione italiana. La presenza di dispenser rifocillati di tovagliolini è, infine, l’ultimo passo per assicurarti che il tuo cliente non si possa mai trovare in difficoltà, ma bensì tutelato sotto tutti gli aspetti.

Curare con attenzione l’allestimento è ulteriormente necessario: assicurati che il bancone sia sempre rifornito nelle varie fasce orarie o potrebbe entrare qualcuno destinato a uscire a mani vuote. A tal fine, sarà per te ideale creare un piano d’azione che possa essere specifico per le varie fasi della giornata che si articolano in:

mattina e prima colazione;

– mezzogiorno e pranzo;

– pomeriggio e aperitivo.

Per ultimo, ma non per importanza, per non sbagliare neanche un passo nell’allestimento e nella cura del tuo bar dovrai tenere a mente un ultimo consiglio, quello di osservare ogni minimo dettaglio come se fossi tu il consumatore. A tal punto, dunque, non rimane che un’ultima raccomandazione: non ignorare le norme per la sicurezza alimentare.